Dati personali e Termini

(English version below)

Informativa relativa al trattamento dei dati personali e alla disciplina dell’Istituto

(I) Informativa sul trattamento dei dati personali. (1) L’Istituto richiede all’aspirante Socio la comunicazione dei dati personali indicati all’art. 5 dello Statuto (sotto riportato): comunicandoli, l’interessato accetta integralmente la presente informativa e presta il proprio espresso consenso al trattamento dei dati medesimi in conformità alla stessa (consapevole che solo la relativa versione italiana ha valore vincolante, mentre le traduzioni in altre lingue hanno mero scopo informativo).

Il trattamento dei dati richiesti all’aspirante Socio è effettuato sulla base del consenso prestato dall’interessato alla presente informativa e per le finalità connesse o strumentali all’ammissione dello stesso come Socio (con i relativi adempimenti come, ad esempio, l’iscrizione nel libro dei Soci) e, successivamente, allo svolgimento della relazione associativa in attuazione degli scopi e attraverso le attività e iniziative indicate dallo Statuto all’art. 3 (sotto riportato) (ad esempio, per l’attivazione del profilo di accesso al sito www.igito.it).

La comunicazione dei dati da parte dell’aspirante Socio, che può avvenire anche attraverso la modulistica eventualmente messa a disposizione dal Consiglio direttivo in formato cartaceo o on-line (attraverso il sito www.igito.it), è facoltativa, ma è condizione necessaria per l’ammissione dell’interessato come Socio. Quand’anche la domanda di ammissione come Socio venga presentata attraverso la modulistica on-line, il processo decisionale sulla stessa non è automatizzato.

(2) L’Istituto richiede inoltre a chi, Socio o meno, partecipa a qualunque titolo alle sue attività o iniziative (come, ad esempio, i membri del Comitato scientifico internazionale o di altri Comitati o progetti comunque denominati, ovvero i relatori delle videoconferenze) la comunicazione dei dati necessari allo svolgimento di tali attività (come, ad esempio, il nominativo, la nazionalità, l’affiliazione istituzionale e l’indirizzo di posta elettronica): comunicandoli, l’interessato accetta integralmente la presente informativa e presta il proprio espresso consenso al trattamento dei dati medesimi in conformità alla stessa (consapevole che solo la relativa versione italiana ha valore vincolante, mentre le traduzioni in altre lingue hanno mero scopo informativo).

Il trattamento dei dati richiesti a chi, Socio o meno, partecipa a qualunque titolo alle attività o iniziative dell’Istituto (o dallo stesso patrocinate) è effettuato sulla base del consenso prestato dall’interessato alla presente informativa e per le finalità connesse o strumentali allo svolgimento dell’attività o dell’iniziativa del caso e con le modalità ad essa necessarie, in attuazione degli scopi statutari, ad esempio per l’attivazione di profili di accesso al sito internet o indirizzi e-mail @igito.it o, per i membri del Comitato scientifico internazionale o i coordinatori di iniziative o progetti di ricerca comunque denominati, per la pubblicazione del relativo nominativo, con indicazione del Paese e dell’affiliazione istituzionale, sul sito www.igito.it o, per i relatori delle videoconferenze, la pubblicazione delle stesse.

La comunicazione dei dati da parte chi, Socio o meno, partecipa a qualunque titolo alle attività o iniziative dell’Istituto è facoltativa ma necessaria e funzionale allo svolgimento delle attività o iniziative del caso.

(3) Chi liberamente contatta l’Istituto (ad esempio scrivendo all’indirizzo e-mail info@igito.it) acconsente espressamente a che i dati liberamente forniti nell’ambito di tale presa di contatto e, se del caso, dei contatti successivi vengano trattati, per le specifiche finalità del caso (come, ad esempio, la risposta alla richiesta di informazioni) in conformità alla presente informativa, in quanto applicabile (consapevole che solo la relativa versione italiana ha valore vincolante, mentre le traduzioni in altre lingue hanno mero scopo informativo).

L’informativa relativa all’utilizzo di cookie o altri strumenti informatici di raccolta di dati personali del visitatore del sito www.igito.it è reperibile in separata pagina cui l’interessato può accedere attraverso il relativo banner che appare al momento del primo accesso al sito. La titolarità del sito è indicata all’art. 30 dello Statuto (sotto riportata).

(4) L’acquisizione ed il trattamento dei dati sopra citati avviene nel rispetto del diritto dell’Unione Europea (GDPR, Regolamento UE 2016/679, applicabile dal 25 maggio 2018) e italiano (d.lgs. n. 196/2003 e s.m.i., finché in vigore) con le modalità necessarie alle finalità indicate sopra; al riguardo, è possibile che venga fatto ricorso a strumenti fisici e anche informatici, in quest’ultimo caso anche per mezzo dei seguenti servizi (comunque utilizzati in virtù di contratti di attivazione di account conclusi nell’Unione Europea e per i quali si vedano le relative condizioni di servizio e privacy): Keliweb (www.keliweb.it)/Wordpress (ai fini della gestione del sito www.igito.it, dei profili di accesso allo stesso e degli account e-mail @igito.it eventualmente assegnati ai Soci o altri partecipanti alle attività e iniziative dell’Istituto); nonché altri servizi di uso comune e nota affidabilità come, ad esempio: Gmail e altri servizi Google collegati, come Google Drive e Google Contacts (anche al fine della creazione di mailing list); PayPal (ai fini del versamento della quota associativa); per la trasmissione di eventi o videoconferenze, YouTube o OneDrive e le relative funzioni di embed dei video sul sito www.igito.it; pagine Facebook e relativi servizi di messaggistica; per la redazione di locandine e simili, Canva (www.canva.com). Gli interessati possono essere suddivisi, ad esempio ai fini della creazione di mailing list, in categorie fondate solamente sul tipo di relazione che hanno con l’Istituto (ad esempio, Soci iscritti, membri del Comitato scientifico internazionale ecc.).

Ai dati citati hanno accesso, anche attraverso i servizi informatici indicati e la relativa gestione, i membri del Consiglio direttivo e gli eventuali collaboratori da questo incaricati, e non saranno comunicati a soggetti diversi salvi gli obblighi di legge. La sicurezza dell’accesso ai dati da parte delle sole persone autorizzate è garantita attraverso l’adozione delle misure di volta in volta più appropriate come ad esempio: la scelta di password sicure; l’installazione degli opportuni protocolli di sicurezza sul sito e i servizi collegati; la scelta delle opzioni di sicurezza più adeguate offerte dai diversi servizi informatici sopra indicati.

I dati non vengono trasferiti fuori dall’Unione Europea. Nella misura in cui occasionalmente i membri del Consiglio direttivo o gli eventuali collaboratori da questo incaricati, trovandosi in Paesi terzi, accedano dal territorio di questi, tramite internet, ai servizi informatici indicati, operano comunque on-line o attraverso sistema cloud, ricorrendo a connessioni sicure, senza scaricare in forma permanente dati in locale e garantendo la disconnessione a conclusione dell’attività.

(5) L’interessato gode:

(i) dei diritti previsti dal diritto dell’Unione Europea (Regolamento UE 2016/679, applicabile dal 25 maggio 2018), compresi quelli a: chiedere la conferma dell’esistenza o meno di propri dati personali; ottenere le indicazioni circa le finalità del trattamento, le categorie dei dati personali, i destinatari o le categorie di destinatari a cui i dati personali sono stati o saranno comunicati e, quando possibile, il periodo di conservazione; chiedere al titolare del trattamento l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento od opporsi al loro trattamento; ottenere la portabilità dei dati; opporsi al trattamento in qualsiasi momento ed anche nel caso di trattamento per finalità di marketing diretto; opporsi ad un processo decisionale automatizzato relativo alle persone fisiche, compresa la profilazione; chiedere al titolare del trattamento l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che lo riguardano o di opporsi al loro trattamento; revocare il consenso in qualsiasi momento senza pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca; proporre reclamo a un’autorità di controllo;

(ii) dei diritti previsti dalla legge italiana (art. 7 del d.lgs. n. 196/2003, finché in vigore, che si riporta: «Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti. – 1. L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. – 2. L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione: a) dell’origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati. – 3. L’interessato ha diritto di ottenere: a) l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. – 4. L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale»).

Fermo il diritto dell’interessato a richiederne la cancellazione anticipata e salve le eventuali esigenze di tutela dei diritti dell’Istituto, i dati personali raccolti non saranno conservati, salvo rinnovo del consenso o obbligo di legge, oltre la durata di dieci anni decorrenti dalla data dell’ultima attività che ne ha richiesto l’utilizzo (come, ad esempio, l’ultimo giorno di appartenenza come Socio).

(6) Il titolare nonché responsabile del trattamento è l’Istituto giuridico internazionale di Torino (associazione ex artt. 36 e ss. c.c., C.F. 97800880011, sede legale come da art. 2 dello Statuto sotto riportato), in persona del suo legale rappresentante, che coincide con il Direttore pro tempore. La titolarità del sito internet e degli altri servizi informatici utilizzati, messi a disposizione dell’Istituto, è definita all’art. 30 dello Statuto (sotto riportato).

I dati di contatto del rappresentante legale dell’Istituto, anche ai fini dell’esercizio dei diritti dell’interessato, sono i seguenti: Riccardo Perona, c/o Corso Re Umberto 44, 10128 Torino (Italia); e-mail: info@igito.it; p.e.c.: riccardo.perona@pec.it.

Ogni cambiamento alla presente informativa sarà reso disponibile alla pagina www.igito.it/contatti-e-iscrizioni/informazioni-dettagli.

(II) Disciplina dell’istituto. La persona, Socio o meno, che a qualunque titolo partecipa alle attività o iniziative dell’Istituto è tenuto al rispetto della disciplina dell’Istituto, che, presentando la domanda di ammissione come Socio o partecipando alle dette attività o iniziative accetta integralmente ed espressamente (consapevole che solo la relativa versione italiana ha valore vincolante, mentre le traduzioni in altre lingue hanno mero scopo informativo).

Ai fini dell’ammissione come Socio è possibile presentare la domanda come indicato all’articolo 5 dello Statuto, sotto riportato, anche utilizzando, in quanto disponibile, la modulistica predisposta dal Consiglio direttivo e messa a disposizione fisicamente o sul sito www.igito.it. Le traduzioni in altre lingue eventualmente fornite nella modulistica hanno finalità esclusivamente informativa e la sola versione in italiano assume valore vincolante. Il pagamento della quota associativa è condizione necessaria per l’ammissione come Socio ordinario o iscritto, in ordine alla quale il Consiglio direttivo determina secondo le modalità indicate dallo Statuto; in caso di mancata ammissione o qualora, prima di questa, ritiri la domanda, l’interessato ha diritto alla restituzione della quota. Al Socio verrà assegnato dal Consiglio un nome utente per accedere all’area riservata del sito www.igito.it, con la possibilità di impostare la propria password.

Chi liberamente contatta l’Istituto (ad esempio scrivendo all’indirizzo e-mail info@igito.it) acconsente espressamente a che la sua richiesta venga trattata in conformità alla disciplina dell’Istituto (consapevole che solo la relativa versione italiana ha valore vincolante, mentre le traduzioni in altre lingue hanno mero scopo informativo).

Si riporta di seguito il testo vigente dello Statuto dell’Istituto giuridico internazionale di Torino. Ogni cambiamento alla disciplina qui indicata sarà reso disponibile alla pagina www.igito.it/contatti-e-iscrizioni/informazioni-dettagli.

«Statuto dell’Istituto giuridico internazionale

Capo I. Costituzione e sede

1. È costituita l’associazione denominata ufficialmente “Istituto Giuridico Internazionale”, cui può aggiungersi “di Torino”, di seguito “Istituto”. Possono impiegarsi anche le dizioni “International Legal Institute”, cui può aggiungersi “of Turin”, e “Instituto Jurídico Internacional”, cui può aggiungersi “de Turín”, nonché i corrispondenti acronimi “IGITO”, “ILITO” e “IJITO”.

2. L’Istituto ha sede legale in Torino (Italia), in corso Regina Margherita n. 74 bis, quinto piano, interno centrale. Il Consiglio direttivo può determinare di aprire altrove, anche all’estero, uffici secondari o di rappresentanza.

Capo II. Scopo, componenti e organi

3. Scopo dell’Istituto è favorire la ricerca giuridica, sotto il profilo formativo, scientifico e professionale, a livello locale e internazionale. A tal fine esso può ricorrere a convegni, pubblicazioni, corsi, convenzioni e a ogni altro tipo di attività, iniziativa o accordo, in qualunque forma e in qualunque nazione, necessari o meramente opportuni allo scopo indicato. L’Istituto non persegue finalità di lucro, non svolge attività commerciale ed è apartitico.

4. Compongono l’Istituto i Soci ordinari, i Soci iscritti e i Soci onorari. Sono organi dell’Istituto l’Assemblea o Assemblea generale e il Consiglio o Consiglio direttivo.

Capo III. Soci

5. La persona fisica maggiorenne, di qualunque nazionalità, interessata all’ammissione all’Istituto come Socio ordinario o iscritto, può presentarne domanda al Consiglio, indicando nome, cognome, data di nascita, residenza e indirizzo di posta elettronica, nonché le eventuali ulteriori informazioni che il Consiglio può stabilire in via generale vengano fornite, e versando la relativa quota per l’anno sociale in corso o per quello che inizi nei trenta giorni successivi. Il Consiglio, entro trenta giorni e valutata ogni circostanza di fatto e d’opportunità, determina e comunica l’eventuale accoglimento della domanda, dal quale decorre l’ammissione. In caso di mancata ammissione o qualora, prima di questa, ritiri la domanda, l’interessato ha diritto alla restituzione della quota. La carica di Socio onorario è invece proposta discrezionalmente, per l’anno in corso, dal Consiglio direttivo alla persona interessata; la carica viene approvata dal Consiglio una volta acquisito il consenso della persona stessa, che resta esonerata dal pagamento di alcuna quota.

6. Il Socio, ordinario, iscritto od onorario, decade terminato l’anno sociale, ma a partire dai trenta giorni antecedenti può presentare domanda di riammissione per l’anno successivo, versando la relativa quota. Si applica l’art. 5. La carica di Socio onorario può essere liberamente revocata anche prima della data di decadenza.

7. Il Socio ordinario, iscritto od onorario, può, in qualunque momento e forma, comunicare al Consiglio la rinuncia alla propria qualità, efficace dal momento del ricevimento della comunicazione stessa.

8. Il Consiglio può determinare l’espulsione di un Socio per compimento di qualunque atto contrario all’ordinamento giuridico o all’ordinamento interno dell’Istituto; per arrecati danni materiali o morali all’Istituto o mancata adesione ai suoi scopi; per sopravvenienze fattuali o conoscitive che avrebbero impedito la sua ammissione; per reiterati comportamenti molesti, ineducati o irrispettosi della convivenza nell’Istituto. È salva la personale responsabilità del Socio per comportamenti civilmente o penalmente rilevanti.

9. I Soci ordinari, iscritti ed onorari, hanno diritto di partecipare a tutte le iniziative dell’Istituto; per queste non possono domandarsi corrispettivi specifici e, ove le circostanze comportino limitazioni al numero dei partecipanti, si osservano criteri di priorità nella manifestazione d’interesse o turnazione. La qualità di Socio è personale e non cedibile. La quota versata non è rimborsabile in caso di rinuncia o espulsione o in qualunque ipotesi diversa da quelle di cui all’art. 5. L’indirizzo di posta elettronica indicato ai sensi dell’art. 5 o quello successivamente segnalato al Consiglio è considerato valido mezzo di comunicazione con il Socio.

Capo IV. Assemblea generale

10. L’Assemblea generale si compone di tutti i Soci ordinari. Ad essa spetta di: a) approvare il rendiconto economico-finanziario d’esercizio e la relativa relazione sull’attività dell’Istituto; b) eleggere, se in scadenza, i componenti del Consiglio direttivo; c) modificare lo Statuto.

11. L’Assemblea si riunisce in seduta ordinaria una volta l’anno, entro la fine di aprile, per deliberare su quanto indicato all’art. 10, lettere a e b, nonché sugli altri punti iscritti all’ordine del giorno e sulle questioni varie ed eventuali che la maggioranza dei rappresentati indicasse nel corso della seduta.

12. L’Assemblea può riunirsi in seduta straordinaria, anche su domanda presentata al Consiglio dalla maggioranza assoluta dei Soci ordinari, la riunione dovendosi in tal caso tenere nei quarantacinque giorni successivi.

13. La seduta, ordinaria o straordinaria, è convocata dal Consiglio con comunicazione, all’indirizzo di posta elettronica degli aventi diritto e con pubblicazione sul sito internet dell’Istituto o nella relativa area riservata, contenente ordine del giorno, data, ora e luogo, anche diverso dalla sede, almeno cinque giorni prima della data fissata per la riunione. Mancando tale convocazione, allo scadere dei termini di cui agli artt. 11 e 12, la maggioranza assoluta dei Soci ordinari può fissare la data della riunione.

14. In seduta ciascun presente può rappresentare sé e, con delega scritta, non più di un assente. La seduta è valida in prima convocazione se è rappresentata almeno la metà più uno dei Soci ordinari. In mancanza, essa è rimandata a seconda convocazione, la cui data e ora possono fissarsi, a non meno di trenta minuti dalla prima, anche nell’avviso di convocazione di questa. In seconda convocazione la seduta è valida con qualunque numero di Soci ordinari rappresentati.

15. Ai fini della seduta, come presidente è scelto il Direttore o altro membro del Consiglio; come segretario, un diverso membro del Consiglio; in mancanza, presidente e/o segretario sono scelti fra i partecipanti all’Assemblea. Ciascuno dei Soci ordinari ha diritto a un voto; l’Assemblea delibera a maggioranza dei rappresentati, semplice o, sulla modifica dello Statuto, assoluta. Il segretario della seduta redige e, assieme al presidente, sottoscrive il verbale contenente resoconto e deliberazioni dell’Assemblea.

Capo V. Consiglio direttivo

16. Il Consiglio direttivo è presieduto dal Direttore dell’Istituto coadiuvato dal Vice-Direttore e dal Segretario. Tutte le cariche sono a titolo gratuito; possono prevedersi rimborsi di spese specifiche e documentate sostenute nell’attività istituzionale. Il Direttore ha la legale rappresentanza dell’Istituto.

17. I componenti del Consiglio sono scelti fra i Soci ordinari. Essi durano in carica fino alla seduta ordinaria dell’Assemblea nel sesto anno sociale da quello in cui il Consiglio si è insediato. In tale seduta l’Assemblea è chiamata a eleggere il nuovo Consiglio. I componenti del precedente possono essere rieletti; in caso contrario decadono terminata la seduta. Finché in carica, i componenti del Consiglio sono esclusi dal pagamento della quota e dalla decadenza automatica di cui all’art. 6.

18. Se una carica, per rinuncia o altra causa, diviene vacante, essa è assegnata per cooptazione dal Consiglio, fino alla decadenza di questo. In caso di impedimento, le funzioni del Direttore sono esercitate dal Vice-Direttore e, in subordine, dal Segretario.

19. Il Consiglio assume le necessarie determinazioni per esercitare i compiti attribuitigli dallo Statuto e ogni altro potere non riservato all’Assemblea, provvedendo a quanto opportuno in ordine alla regolazione della vita e attuazione degli scopi dell’Istituto e potendo fra l’altro, salvi i limiti di legge: a) stipulare convenzioni di collaborazione con altre istituzioni e ricevere in visita docenti, ricercatori o studenti; b) creare e sciogliere, con ogni denominazione, gruppi di consulenza, collaborazione, studio, formazione o ricerca dell’Istituto, ammettendovi, previo accordo con gli interessati, e se del caso escludendovi, secondo opportunità, persone fisiche o giuridiche, anche non socie dell’Istituto e con diritti e doveri limitati all’attività del gruppo; c) svolgere le opportune iniziative e attività.

20. Il Consiglio determina in ordine a ogni affare amministrativo, anche modificando l’importo della quota per gli anni successivi; tiene la contabilità e approva, per la riunione ordinaria dell’Assemblea, il rendiconto economico-finanziario d’esercizio e la relativa relazione sull’attività dell’Istituto.

21. Le determinazioni del Consiglio sono adottate dal Direttore o da suo delegato fra i componenti del Consiglio, avendo assunto il parere favorevole della maggioranza del Consiglio stesso. Sono poi controfirmate da almeno un altro membro del Consiglio e inserite nel relativo libro.

Capo VI. Atti

22. L’Istituto è regolato dall’Atto costitutivo e dallo Statuto, nonché dalle deliberazioni dell’Assemblea e dalle determinazioni del Consiglio. La lingua ufficiale di tali atti è l’italiano, ma le determinazioni del Consiglio possono validamente redigersi anche in inglese o spagnolo.

23. Il Consiglio tiene, presso la sede e in forma fisica, un libro per i Soci, uno per il Consiglio direttivo, uno per i verbali assembleari e uno per la contabilità. Copia dei libri può essere tenuta in formato elettronico.

24. Tutti i Soci hanno diritto di prendere visione e, a proprie spese, estrarre copia dell’Atto costitutivo, dello Statuto e delle deliberazioni dell’Assemblea o determinazioni del Consiglio di carattere generale o che li riguardino. Gli aspiranti Soci possono prendere visione dello Statuto e delle deliberazioni dell’Assemblea o determinazioni del Consiglio di carattere generale.

Capo VII. Patrimonio, durata e scioglimento

25. Il patrimonio dell’Istituto è quello che risulta: a) da quanto versato al momento della costituzione; b) dal versamento delle quote associative; c) da contributi volontari, lasciti, donazioni e altri proventi, fermo il mancato esercizio di attività commerciale.

26. La durata dell’Istituto è indeterminata. L’anno sociale coincide con quello solare.

27. L’Istituto può essere sciolto per conforme determinazione del Consiglio e deliberazione, a maggioranza dei due terzi dei Soci ordinari ivi rappresentati, dell’Assemblea. L’Istituto si considera sciolto se il numero dei Soci ordinari scende sotto i tre ed entro sei mesi tale numero non viene reintegrato.

28. In caso di scioglimento dell’Istituto il patrimonio sarà devoluto ad enti che perseguono finalità sociali o culturali analoghe secondo le previsioni di legge.

Capo VIII. Disposizioni finali e rinvii

29. Per quanto non previsto nell’Atto costitutivo, nello Statuto, nelle deliberazioni dell’Assemblea o determinazioni del Consiglio si applicano le leggi della Repubblica italiana, nelle cui forme e nei cui limiti l’Istituto svolge ogni attività.

30. Quanto previsto nell’Atto costitutivo, anche in via transitoria, si considera a ogni effetto parte del presente Statuto. La quota sociale ordinariamente dovuta è stabilita inizialmente, per i Soci ordinari, in euro 20 (venti) e, per i Soci iscritti, in euro 18 (diciotto); essa può modificarsi ai sensi dell’art. 20 dello Statuto. La persona indicata all’art. 6) dell’Atto costitutivo viene riconosciuta come titolare esclusiva della proprietà intellettuale dei loghi allegati all’Atto costitutivo medesimo sotto la lettera “C”, nei relativi colori e proporzioni, e della proprietà del dominio web www.igito.it e dei relativi servizi e-mail e connessi @igito.it, dell’indirizzo info.igito@gmail.com e dei connessi servizi di archiviazione cloud, di calendario, di contatti e altri, nonché degli account aperti su altri siti o applicazioni con gli indirizzi info@igito.it e info.igito@gmail.com. Detta persona mette a disposizione dell’Istituto, per i soli fini legati alla propria attività statutaria, l’utilizzo di tali proprietà, conservando tuttavia titolarità, gestione esclusiva e possibilità di registrazione delle stesse, nonché di revoca, in ogni momento e forma, del consenso al detto utilizzo».

Nota. La persona indicata all’art. 6 dell’Atto costitutivo è Riccardo Perona. L’art. 5 dell’Atto costitutivo dispone che compongono il primo Consiglio direttivo Riccardo Perona, Direttore; Roberto Alessandro Cristiano Giacomo Carlo Garetto, Vice-Direttore, e Martina Faedda, Segretario, i quali «rimarranno in carica fino alla seduta ordinaria dell’Assemblea che, ai sensi dell’art. 11 dello Statuto, si terrà entro la fine del mese di aprile dell’anno 2020. Da quella data si applicherà quanto previsto dall’art. 17 dello Statuto. Per eventuali Soci ammessi anteriormente, il 1° aprile 2016 la decadenza di cui all’art. 6 dello Statuto non opera e non è dovuta una nuova quota per l’anno sociale 2016-2017».

English version – for informative purposes only (only the Italian version is binding)

Information on the processing of personal data and the discipline of the Institute

(I) Information on the processing of personal data. (1) The Institute requires the aspiring Member to communicate the personal data indicated in art. 5 of the Bylaws: by communicating them, the interested party fully accepts this information and gives his / her express consent to the processing of the data in compliance with it (aware that only the Italian version of it is binding, while the translations into other languages ​​are for information purposes only).

The processing of the data requested to the aspiring Member is made on the basis of the consent given by the interested party to this information and for purposes related or instrumental to the admission of him / her  as a Member (with the related issues such as, for example, registration in the book of Members) and, subsequently, to carry out the associative relationship in order to implement the goals and through the activities and initiatives indicated in the Bylaws under art. 3 (for example, for the activation of the access profile to the www.igito.it site).

The communication of the data by the aspiring Member, which can also take place through the forms eventually made available by the Executive Board in paper or online (through the website www.igito.it), is optional, but it is a necessary condition for the admission of the interested party as a Member. Even if the application for admission as a member is presented through online forms, the decision-making process on it is not automated.

(2) The Institute also requires those who, Members or not, participate in any way in its activities or initiatives (such as, for example, the members of the International Scientific Committee or other committees or projects otherwise called, or the lecturers in videoconferences) the communication of the data necessary for carrying out such activities (such as, for example, name, nationality, institutional affiliation and e-mail address): communicating them, the interested party fully accepts this information and lends his / her own express consent to the processing of such data in accordance with the same (aware that only the relevant Italian version is binding, while translations into other languages ​​are for information purposes only).

The processing of the data requested to who, Member or not, participates in any way to the activities or initiatives of the Institute (or sponsored bi it) is carried out on the basis of the consent given by the interested party to this information and for purposes related or instrumental to carrying out the relevant activity or initiative and in the manner necessary for it, in implementation of the statutory purposes, for example for the activation of access profiles to the website or e-mail addresses @igito.it or, for members of the international scientific committee or coordinators of initiatives or research projects, however named, for the publication of the relative name, with indication of the country and of the institutional affiliation, on the website www.igito.it or, for lectures of videoconferences, the publication of them.

The communication of data by who, Member or not, participates in any way to the activities or initiatives of the Institute is optional but necessary and functional to the carrying out of the activities or initiatives of the case.

(3) Those who freely contact the Institute (for example by writing to the e-mail address info@igito.it) expressly consent that the data freely provided in connection with that first contact and, if necessary, with subsequent contacts are treated, for the specific purposes of the case (as, for example, the response to the request for information) in accordance with this information, as applicable (aware that only the relevant Italian version is binding, while translations into other languages ​​have mere informational purpose).

The information regarding the use of cookies or other IT tools for the collection of personal data of the visitor to the www.igito.it website can be found on a separate page which the interested party can access through the relative banner that appears when he / she first accesses the site. The ownership of the website is indicated in art. 30 of the Bylaws (below).

(4) The acquisition and processing of the aforementioned data takes place in compliance with European Union law (GDPR, EU Regulation 2016/679, applicable from 25 May 2018) and Italian law (Legislative Decree No. 196/2003 and modifications, until in force) with the procedures necessary for the purposes indicated above; in this regard, it is possible to resort to physical and also IT tools, in the latter case also resorting to the following services (in any case used under account activation contracts concluded in the European Union and for which please see the respective conditions of service and privacy): Keliweb (www.keliweb.it) / WordPress (for the purposes of the management of the www.igito.it site, the access profiles to it and the e-mail accounts @igito.it possibly assigned to the Members or other participants in the activities and initiatives of the Institute); as well as other commonly used services of known reliability, such as: Gmail and other connected Google services, such as Google Drive and Google Contacts (also for the purpose of creating mailing lists); PayPal (for the payment of the membership fee); for the transmission of events or videoconferences, YouTube or OneDrive and the related embed functions of the videos on the website www.igito.it; Facebook pages and related messaging services; for the drafting of posters and the like, Canva (www.canva.com). The interested parties can be divided, for example for the purpose of creating mailing lists, in categories based only on the type of relationship they have with the Institute (for example, registered Members, members of the International Scientific Committee, etc.).The interested parties can be divided, for example for the purpose of creating mailing lists, in categories based only on the type of relationship they have with the Institute (for example, registered Members, members of the International Scientific Committee, etc.).

The data mentioned above have access, also through the IT services indicated and the relative management, to the members of the Board of Directors and any collaborators appointed by the latter, and will not be disclosed to other subjects, without prejudice to the legal obligations. The security of data access by authorized persons is guaranteed through the adoption of the most appropriate measures, such as: the choice of secure passwords; the installation of appropriate security protocols on the site and related services; the choice of the most adequate security options offered by the various IT services indicated above.

Data is not transferred outside the European Union. To the extent that occasionally the members of the Board of Directors or any collaborators appointed by the latter, being in third countries, access from that territory, via internet, the IT services indicated, operate online or through the cloud system, using connections secure, without permanently downloading data locally and ensuring disconnection at the end of the activity.

(5) The interested party enjoys:

(i) rights under EU law (EU Regulation 2016/679, applicable from 25 May 2018), including those to: request confirmation of the existence or not of their personal data; obtain information about the purposes of the processing, the categories of personal data, recipients or categories of recipients to whom the personal data have been or will be communicated and, where possible, the retention period; ask the data controller to access the personal data and to correct or cancel the data or limit the processing or oppose their processing; obtain data portability; oppose the processing at any time and also in the case of treatment for direct marketing purposes; oppose an automated decision-making process concerning individuals, including profiling; ask the data controller to access personal data and to rectify or cancel them or limit their processing or to oppose their processing; revoke the consent at any time without prejudice to the lawfulness of the treatment based on the consent given prior to the revocation; propose a complaint to a supervisory authority;

(ii) the rights provided for by Italian law (Article 7 of Legislative Decree No. 196/2003, as long as it is in force, which states: «Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti. – 1. L’interessato ha diritto di ottenere la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile. – 2. L’interessato ha diritto di ottenere l’indicazione: a) dell’origine dei dati personali; b) delle finalità e modalità del trattamento; c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici; d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell’articolo 5, comma 2; e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati. – 3. L’interessato ha diritto di ottenere: a) l’aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l’integrazione dei dati; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. – 4. L’interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale»).

Without prejudice to the right of the interested party to request an anticipated cancellation and without prejudice to any need to protect the rights of the Institute, the personal data collected will not be stored, unless the consent is renewed or oso is required by the law, more than ten years from the date of the last activity that required their use (as, for example, the last day of membership).

(6) The data controller is the International Legal Institute of Turin (association under Articles 36 and following of the Italian Civil Code, tax code 97800880011, address of the headquarters as per article 2 of the Bylaws below), in the person of its legal representative, which coincides with the Director pro tempore. The ownership of the website and of the other IT services, put at disposal of the Institute, is defined in art. 30 of the Bylaws (below).

The contact details of the legal representative of the Institute, including for the purposes of exercising the rights of the interested party, are as follows: Riccardo Perona, c/o Corso Re Umberto 44, 10128 Turin (Italy); e-mail: info@igito.it; p.e.c. (certified e-mail): riccardo.perona@pec.it.

Any change to this information will be made available on www.igito.it/contatti-e-iscrizioni/informazioni-dettagli.

(II) Discipline of the institute. The person, Member or not, who in any way participates in the activities or initiatives of the Institute is bound to respect the discipline of the Institute, which by submitting the application for admission as a Member or participating in said activities or initiatives accepts fully and expressly (aware that only the relevant Italian version is binding, while translations into other languages ​​are merely informative).

For the purposes of admission as a Member, the application can be presented as indicated in Article 5 of the Bylaws, below, also using, as available, the forms prepared by the Board of Directors and made available in paper or on the website www. igito.it. Translations in other languages ​​provided in the forms are for informational purposes only and the Italian version only is binding. The payment of the membership fee is a necessary condition for admission as an ordinary or subscribing Member, in order to which the Board of Directors determines according to the methods indicated in the Articles of Association; in case of non-admission or if, before this, he / her withdraws the application, the party has the right to be returned of the fee. The member will be assigned by the Council a username to access the reserved area of ​​the site www.igito.it, with the possibility to set their own password.

Those who freely contact the Institute (for example by writing to the e-mail address info@igito.it) expressly consents that their request be treated in compliance with the Institute’s regulations (aware that only the relative Italian version is binding, while translations into other languages ​​are for information purposes only).

Below is the complete text of the current text of the Statute of the International Law Institute of Turin (Italian only). Any change to the discipline indicated here will be made available at www.igito.it/contatti-e-iscrizioni/informazioni-dettagli.

«Statuto dell’Istituto giuridico internazionale

Capo I. Costituzione e sede

1. È costituita l’associazione denominata ufficialmente “Istituto Giuridico Internazionale”, cui può aggiungersi “di Torino”, di seguito “Istituto”. Possono impiegarsi anche le dizioni “International Legal Institute”, cui può aggiungersi “of Turin”, e “Instituto Jurídico Internacional”, cui può aggiungersi “de Turín”, nonché i corrispondenti acronimi “IGITO”, “ILITO” e “IJITO”.

2. L’Istituto ha sede legale in Torino (Italia), in corso Regina Margherita n. 74 bis, quinto piano, interno centrale. Il Consiglio direttivo può determinare di aprire altrove, anche all’estero, uffici secondari o di rappresentanza.

Capo II. Scopo, componenti e organi

3. Scopo dell’Istituto è favorire la ricerca giuridica, sotto il profilo formativo, scientifico e professionale, a livello locale e internazionale. A tal fine esso può ricorrere a convegni, pubblicazioni, corsi, convenzioni e a ogni altro tipo di attività, iniziativa o accordo, in qualunque forma e in qualunque nazione, necessari o meramente opportuni allo scopo indicato. L’Istituto non persegue finalità di lucro, non svolge attività commerciale ed è apartitico.

4. Compongono l’Istituto i Soci ordinari, i Soci iscritti e i Soci onorari. Sono organi dell’Istituto l’Assemblea o Assemblea generale e il Consiglio o Consiglio direttivo.

Capo III. Soci

5. La persona fisica maggiorenne, di qualunque nazionalità, interessata all’ammissione all’Istituto come Socio ordinario o iscritto, può presentarne domanda al Consiglio, indicando nome, cognome, data di nascita, residenza e indirizzo di posta elettronica, nonché le eventuali ulteriori informazioni che il Consiglio può stabilire in via generale vengano fornite, e versando la relativa quota per l’anno sociale in corso o per quello che inizi nei trenta giorni successivi. Il Consiglio, entro trenta giorni e valutata ogni circostanza di fatto e d’opportunità, determina e comunica l’eventuale accoglimento della domanda, dal quale decorre l’ammissione. In caso di mancata ammissione o qualora, prima di questa, ritiri la domanda, l’interessato ha diritto alla restituzione della quota. La carica di Socio onorario è invece proposta discrezionalmente, per l’anno in corso, dal Consiglio direttivo alla persona interessata; la carica viene approvata dal Consiglio una volta acquisito il consenso della persona stessa, che resta esonerata dal pagamento di alcuna quota.

6. Il Socio, ordinario, iscritto od onorario, decade terminato l’anno sociale, ma a partire dai trenta giorni antecedenti può presentare domanda di riammissione per l’anno successivo, versando la relativa quota. Si applica l’art. 5. La carica di Socio onorario può essere liberamente revocata anche prima della data di decadenza.

7. Il Socio ordinario, iscritto od onorario, può, in qualunque momento e forma, comunicare al Consiglio la rinuncia alla propria qualità, efficace dal momento del ricevimento della comunicazione stessa.

8. Il Consiglio può determinare l’espulsione di un Socio per compimento di qualunque atto contrario all’ordinamento giuridico o all’ordinamento interno dell’Istituto; per arrecati danni materiali o morali all’Istituto o mancata adesione ai suoi scopi; per sopravvenienze fattuali o conoscitive che avrebbero impedito la sua ammissione; per reiterati comportamenti molesti, ineducati o irrispettosi della convivenza nell’Istituto. È salva la personale responsabilità del Socio per comportamenti civilmente o penalmente rilevanti.

9. I Soci ordinari, iscritti ed onorari, hanno diritto di partecipare a tutte le iniziative dell’Istituto; per queste non possono domandarsi corrispettivi specifici e, ove le circostanze comportino limitazioni al numero dei partecipanti, si osservano criteri di priorità nella manifestazione d’interesse o turnazione. La qualità di Socio è personale e non cedibile. La quota versata non è rimborsabile in caso di rinuncia o espulsione o in qualunque ipotesi diversa da quelle di cui all’art. 5. L’indirizzo di posta elettronica indicato ai sensi dell’art. 5 o quello successivamente segnalato al Consiglio è considerato valido mezzo di comunicazione con il Socio.

Capo IV. Assemblea generale

10. L’Assemblea generale si compone di tutti i Soci ordinari. Ad essa spetta di: a) approvare il rendiconto economico-finanziario d’esercizio e la relativa relazione sull’attività dell’Istituto; b) eleggere, se in scadenza, i componenti del Consiglio direttivo; c) modificare lo Statuto.

11. L’Assemblea si riunisce in seduta ordinaria una volta l’anno, entro la fine di aprile, per deliberare su quanto indicato all’art. 10, lettere a e b, nonché sugli altri punti iscritti all’ordine del giorno e sulle questioni varie ed eventuali che la maggioranza dei rappresentati indicasse nel corso della seduta.

12. L’Assemblea può riunirsi in seduta straordinaria, anche su domanda presentata al Consiglio dalla maggioranza assoluta dei Soci ordinari, la riunione dovendosi in tal caso tenere nei quarantacinque giorni successivi.

13. La seduta, ordinaria o straordinaria, è convocata dal Consiglio con comunicazione, all’indirizzo di posta elettronica degli aventi diritto e con pubblicazione sul sito internet dell’Istituto o nella relativa area riservata, contenente ordine del giorno, data, ora e luogo, anche diverso dalla sede, almeno cinque giorni prima della data fissata per la riunione. Mancando tale convocazione, allo scadere dei termini di cui agli artt. 11 e 12, la maggioranza assoluta dei Soci ordinari può fissare la data della riunione.

14. In seduta ciascun presente può rappresentare sé e, con delega scritta, non più di un assente. La seduta è valida in prima convocazione se è rappresentata almeno la metà più uno dei Soci ordinari. In mancanza, essa è rimandata a seconda convocazione, la cui data e ora possono fissarsi, a non meno di trenta minuti dalla prima, anche nell’avviso di convocazione di questa. In seconda convocazione la seduta è valida con qualunque numero di Soci ordinari rappresentati.

15. Ai fini della seduta, come presidente è scelto il Direttore o altro membro del Consiglio; come segretario, un diverso membro del Consiglio; in mancanza, presidente e/o segretario sono scelti fra i partecipanti all’Assemblea. Ciascuno dei Soci ordinari ha diritto a un voto; l’Assemblea delibera a maggioranza dei rappresentati, semplice o, sulla modifica dello Statuto, assoluta. Il segretario della seduta redige e, assieme al presidente, sottoscrive il verbale contenente resoconto e deliberazioni dell’Assemblea.

Capo V. Consiglio direttivo

16. Il Consiglio direttivo è presieduto dal Direttore dell’Istituto coadiuvato dal Vice-Direttore e dal Segretario. Tutte le cariche sono a titolo gratuito; possono prevedersi rimborsi di spese specifiche e documentate sostenute nell’attività istituzionale. Il Direttore ha la legale rappresentanza dell’Istituto.

17. I componenti del Consiglio sono scelti fra i Soci ordinari. Essi durano in carica fino alla seduta ordinaria dell’Assemblea nel sesto anno sociale da quello in cui il Consiglio si è insediato. In tale seduta l’Assemblea è chiamata a eleggere il nuovo Consiglio. I componenti del precedente possono essere rieletti; in caso contrario decadono terminata la seduta. Finché in carica, i componenti del Consiglio sono esclusi dal pagamento della quota e dalla decadenza automatica di cui all’art. 6.

18. Se una carica, per rinuncia o altra causa, diviene vacante, essa è assegnata per cooptazione dal Consiglio, fino alla decadenza di questo. In caso di impedimento, le funzioni del Direttore sono esercitate dal Vice-Direttore e, in subordine, dal Segretario.

19. Il Consiglio assume le necessarie determinazioni per esercitare i compiti attribuitigli dallo Statuto e ogni altro potere non riservato all’Assemblea, provvedendo a quanto opportuno in ordine alla regolazione della vita e attuazione degli scopi dell’Istituto e potendo fra l’altro, salvi i limiti di legge: a) stipulare convenzioni di collaborazione con altre istituzioni e ricevere in visita docenti, ricercatori o studenti; b) creare e sciogliere, con ogni denominazione, gruppi di consulenza, collaborazione, studio, formazione o ricerca dell’Istituto, ammettendovi, previo accordo con gli interessati, e se del caso escludendovi, secondo opportunità, persone fisiche o giuridiche, anche non socie dell’Istituto e con diritti e doveri limitati all’attività del gruppo; c) svolgere le opportune iniziative e attività.

20. Il Consiglio determina in ordine a ogni affare amministrativo, anche modificando l’importo della quota per gli anni successivi; tiene la contabilità e approva, per la riunione ordinaria dell’Assemblea, il rendiconto economico-finanziario d’esercizio e la relativa relazione sull’attività dell’Istituto.

21. Le determinazioni del Consiglio sono adottate dal Direttore o da suo delegato fra i componenti del Consiglio, avendo assunto il parere favorevole della maggioranza del Consiglio stesso. Sono poi controfirmate da almeno un altro membro del Consiglio e inserite nel relativo libro.

Capo VI. Atti

22. L’Istituto è regolato dall’Atto costitutivo e dallo Statuto, nonché dalle deliberazioni dell’Assemblea e dalle determinazioni del Consiglio. La lingua ufficiale di tali atti è l’italiano, ma le determinazioni del Consiglio possono validamente redigersi anche in inglese o spagnolo.

23. Il Consiglio tiene, presso la sede e in forma fisica, un libro per i Soci, uno per il Consiglio direttivo, uno per i verbali assembleari e uno per la contabilità. Copia dei libri può essere tenuta in formato elettronico.

24. Tutti i Soci hanno diritto di prendere visione e, a proprie spese, estrarre copia dell’Atto costitutivo, dello Statuto e delle deliberazioni dell’Assemblea o determinazioni del Consiglio di carattere generale o che li riguardino. Gli aspiranti Soci possono prendere visione dello Statuto e delle deliberazioni dell’Assemblea o determinazioni del Consiglio di carattere generale.

Capo VII. Patrimonio, durata e scioglimento

25. Il patrimonio dell’Istituto è quello che risulta: a) da quanto versato al momento della costituzione; b) dal versamento delle quote associative; c) da contributi volontari, lasciti, donazioni e altri proventi, fermo il mancato esercizio di attività commerciale.

26. La durata dell’Istituto è indeterminata. L’anno sociale coincide con quello solare.

27. L’Istituto può essere sciolto per conforme determinazione del Consiglio e deliberazione, a maggioranza dei due terzi dei Soci ordinari ivi rappresentati, dell’Assemblea. L’Istituto si considera sciolto se il numero dei Soci ordinari scende sotto i tre ed entro sei mesi tale numero non viene reintegrato.

28. In caso di scioglimento dell’Istituto il patrimonio sarà devoluto ad enti che perseguono finalità sociali o culturali analoghe secondo le previsioni di legge.

Capo VIII. Disposizioni finali e rinvii

29. Per quanto non previsto nell’Atto costitutivo, nello Statuto, nelle deliberazioni dell’Assemblea o determinazioni del Consiglio si applicano le leggi della Repubblica italiana, nelle cui forme e nei cui limiti l’Istituto svolge ogni attività.

30. Quanto previsto nell’Atto costitutivo, anche in via transitoria, si considera a ogni effetto parte del presente Statuto. La quota sociale ordinariamente dovuta è stabilita inizialmente, per i Soci ordinari, in euro 20 (venti) e, per i Soci iscritti, in euro 18 (diciotto); essa può modificarsi ai sensi dell’art. 20 dello Statuto. La persona indicata all’art. 6) dell’Atto costitutivo viene riconosciuta come titolare esclusiva della proprietà intellettuale dei loghi allegati all’Atto costitutivo medesimo sotto la lettera “C”, nei relativi colori e proporzioni, e della proprietà del dominio web www.igito.it e dei relativi servizi e-mail e connessi @igito.it, dell’indirizzo info.igito@gmail.com e dei connessi servizi di archiviazione cloud, di calendario, di contatti e altri, nonché degli account aperti su altri siti o applicazioni con gli indirizzi info@igito.it e info.igito@gmail.com. Detta persona mette a disposizione dell’Istituto, per i soli fini legati alla propria attività statutaria, l’utilizzo di tali proprietà, conservando tuttavia titolarità, gestione esclusiva e possibilità di registrazione delle stesse, nonché di revoca, in ogni momento e forma, del consenso al detto utilizzo».

Nota. La persona indicata all’art. 6 dell’Atto costitutivo è Riccardo Perona. L’art. 5 dell’Atto costitutivo dispone che compongono il primo Consiglio direttivo Riccardo Perona, Direttore; Roberto Alessandro Cristiano Giacomo Carlo Garetto, Vice-Direttore, e Martina Faedda, Segretario, i quali «rimarranno in carica fino alla seduta ordinaria dell’Assemblea che, ai sensi dell’art. 11 dello Statuto, si terrà entro la fine del mese di aprile dell’anno 2020. Da quella data si applicherà quanto previsto dall’art. 17 dello Statuto. Per eventuali Soci ammessi anteriormente, il 1° aprile 2016 la decadenza di cui all’art. 6 dello Statuto non opera e non è dovuta una nuova quota per l’anno sociale 2016-2017».